I ritratti di Domitilla Calamai: Maria Cristina Leonardi, una vita plasmata intorno alla Natura e alle sue declinazioni, vissuta non solo da produttrice d’olio Gallo, ma anche da agronoma, paesaggista, imprenditrice agricola, assaggiatrice d’olio.

Una strada bianca, un tempo antica via Flaminia, porta all’azienda di Maria Cristina Leonardi, sotto i Monti Martani, in provincia di Perugia. La proprietà è un regalo che circa trenta anni orsono ha ricevuto dal marito, il pittore e scultore Giuseppe Gallo.
Un regalo vivo, in divenire, composito: il casale antico in pietra, dalla pianta mossa dovuta agli allargamenti ripetuti nel tempo con l’ampliarsi della famiglia dei precedenti proprietari, lo studio dell’artista, una piscina nascosta alla vista della casa, un giardino ricco di specie mediterranee, decorato con allori e lecci potati a topiaria, la collezione di rose, l’orto,

ORTO

ovvero “il giardino che nutre”, ispirato agli orti dei frati, un piccolo frutteto, le varietà di uva da tavola mescolate a rose, un’aiuola con le piante aromatiche perenni miste a fiori da taglio stagionale, la casa pollaio con le galline ovaiole Australorp, disegnata dallo stesso Gallo, oggetto di collezione e esposizione, e intorno un paesaggio aperto e morbido. E infine, il doppio oliveto, a frantoio, leccino, moraiolo per un blend biologico e Dop, con l’etichetta in rosso disegnata dall’artista, una silhouette di essere danzante con un piede ritorto e sopra la testa un gallo.
Raccolte all’invaiatura e lavorate con una macchina Alphalaval, le olive producono un olio ricco di polifenoli, dal fruttato fresco, con aromi di erba appena tagliata, sfumature di carciofo e mandorla, di eccellente qualità.

POLLAIO AZ. GALLO

Un‘ eccellenza che si sviluppa lungo una trama fitta di iniziative e attività che dal mondo dell’olio passano attraverso l’archeologia arborea, le commistioni tra arte contemporanea, musica e letteratura, di cui la Leonardi è artefice e regista.
In sintesi, una vita plasmata intorno alla Natura e alle sue declinazioni, vissuta non solo da produttrice d’olio Gallo, ma anche da agronoma, paesaggista, imprenditrice agricola, assaggiatrice d’olio. Maria Cristina Leonardi, infine, promuove e organizza di La conserva della neve – la prossima edizione 2019 per la prima volta si terrà all’Orto Botanico di Roma e sarà dedicata alla biodiversità vegetale -, e fa parte dell’associazione Donne dell’olio, con produttrici, frantoiane, giornaliste, insieme per sostenere la cultura dell’olio.

 

Share: