A Passignano sul Trasimeno, nello scenario della Rocca medievale, nei giorni 8 e 9 giugno 2019, si terrà la seconda edizione de L’oro di Agilla. Il progetto nasce dalla collaborazione fra Aprol Perugia e le Olivastre, green community la cui vocazione è il recupero e la valorizzazione degli oliveti secolari in abbandono nell’area del Trasimeno. Olissea sarà presente nella giuria dei giornalisti che assegnerà una menzione speciale a uno dei produttori in concorso.

 

PASSIGNANO SUL TRASIMENO

Il concorso è aperto a tutte le aziende che producono olio negli otto comuni del Trasimeno. Si concorre per le categorie: Extravergine, DOP, Monocultivar Dolce Agogia. Una menzione speciale verrà assegnata da una giuria di giornalisti. La menzione “Paesaggi a olio” andrà inoltre a segnalare un’azienda per l’impegno profuso nella difesa della bellezza paesaggistica, intesa come attributo di una agricoltura rispettosa, sostenibile ed efficace.
Gli spazi della Rocca medievale, per due giorni, faranno da palcoscenico all’esposizione degli oli in gara, con una mostra mercato realizzata ad hoc grazie al sostegno del Gal Trasimeno Orvietano e all’attivazione di una rete di partenariati fra pubblico e privato.
L’oro di Agilla non è solo un concorso, ma anche un’occasione per conoscere e degustare l’olio e i prodotti tipici del Trasimeno: pesce di lago, fagiolina, zafferano, vino.
Assaggi guidati in bicchierino, sedute di introduzione all’analisi sensoriale, esperimenti gastronomici di abbinamenti elettivi dell’EVO lacustre e, infine, un ricco programma di eventi collaterali in continuo aggiornamento nella home del sito dedicato www.lorodiagilla.it.

PROGRAMMA

– SABATO 8 E DOMENICA 9, h 10-22, ROCCA MEDIEVALE: mostra mercato degli oli del Trasimeno –  SABATO 8 E DOMENICA 9, h 10-22, ROCCA MEDIEVALE: SAPORI DI LAGO: STAND degustazioni a tema a cura di FRESSCO.

SABATO 8

– h 10-22, ROCCA MEDIEVALE: “Paesaggi a olio”. Mostra fotografica di Nazareno Margaritelli – h 10:30, SALA SAN ROCCO: esperienze di analisi sensoriale dell’olio EVO: primi passi verso il riconoscimento della qualità,workshop anche per non vedenti e ipovedenti (prenotazioni: 349.69.66.298) – h 12:00, SALA SAN ROCCO: “L’importanza delle guide nella valorizzazione degli oli di qualità”. A cura di Giulio Scatolini (presidente Aprol e capo panel guida Gambero Rosso). Interviene: Indra Galbo (vice curatore Guida oli d’Italia del Gambero Rosso). – h 18:30, ROCCA MEDIEVALE: presentazione della favola lacustre “Avventure a borgo gioioso” con Marco Pareti, l’autore, e Mirko Revoyera per la rappresentazione scenica. Musica: Francesca Diamanti (fagotto), Sara Chionne e Miriam Schicchi (flauto). – h 21:00, ROCCA MEDIEVALE: “Concerto muto illustrato”. Performance audio visiva musica da guardare. OPEZ THEATRE: Massi Amadori chitarre, loop station, drone; Aimone Marziali lavagna luminosa, illustrazioni, tappeti sonori.

DOMENICA 9

– h 10-22, ROCCA MEDIEVALE: “Paesaggi a olio”. Mostra fotografica di Nazareno Margaritelli – h 10:22 ROCCA MEDIEVALE: “Olivicoltura di precisione” a cura di Elaisian – h 10:30, SALA DI SAN ROCCO: esperienze di analisi sensoriale dell’olio EVO: primi passi verso il riconoscimento della qualità. Workshop anche per non vedenti e ipovedenti (prenotazioni: 349.69.66.298) – h 10-19, ROCCA MEDIEVALE: Escursione fra gli olivi alla scoperta della biodiversità. A cura di Hyla Group – h 15:45 SALA SAN ROCCO: “Obsessed with olive oil”. L’olio d’oliva: un’ossessione. Prima visone in Italia del documentario di produzione italo canadese. Un esperimento di comunicazione dell’eccellenze dell’EVO al grande pubblico. TRAILER – h: 17:00 ROCCA MEDIEVALE: Cerimonia di premiazione. Presenta: Maurizio Pescari, giornalista. Intervengono: Francesca Caproni (GAL Trasimeno orvietano) e Sandro Pasquali (sindaco del comune di Passignano sul Trasimeno).

LE OLIVASTRE

LE OLIVASTRE – L’associazione nasce nel 2014 per iniziativa di 3 donne, Paola Sticchi, Emanuela De Stefanis e Antonella Panciarola.  E’ una APS (Associazione di promozione sociale) con la finalità di recuperare terreni in abbandono e marginali. Con i loro progetti promuovono e valorizzano il paesaggio e fra le attività di promozione del territorio organizzano la mostra mercato per gli oli extravergini del Trasimeno: l’Oro di Agilla.
Nel 2014 hanno recuperato 2 ettari di oliveto secolare (attestato da ‘700 – catasto piano) sulle colline di Passignano sul Trasimeno. Si tratta in prevalenza di olivi della varietà  Dolce Agogia, cultivar autoctona del lago. Quest’anno hanno definitivamente concluso la potatura di riforma delle ultimissime piante. Da 2 anni l’oliveto è monitorato da un sistema di “olivicoltura di precisione” elaborato dalla start up Elaisian ed è iniziata la produzione, che viene regolarmente imbottigliata ed etichettata; tutti i ricavi vengono reinvestiti nelle operazioni di cura dell’oliveto. Quest’anno l’olio prodotto è stato premiato dalla Guida Oli d’Italia del Gambero Rosso con ben 2 foglie rosse (“olio eccellente”).
Hanno aderito aderito alla campagna in difesa delle api  – oliveto “bee friendly” e si impegnano a non sfalciare l’erba prima della fioritura. Nel 2016 hanno  recuperato un piccolo orto familiare in abbandono a San Feliciano, messo a disposizione da una socia dell’associaizone  de Le Olivastre ed è stato parzialmente riconvertito a zafferaneto. Dopo due anni di sperimentazione lo zafferaneto è stato accolto nel Consorzio Croco perugino di Città della Pieve.
L’associazione si occupa anche di attività formative organizzando: corsi di potatura dell’olivo (quest’anno tenuto dal professore Proietti della facoltà di agraria di Perugia); degustazioni di oli e corsi di analisi sensoriale dell’extravergine; laboratori del sapone, per imparare l’autoproduzione del sapone all’olio extravergine di oliva.
La campagna di finanziamento “adotta un olivo” permette con  20 euro di adottare un olivo secolare e, alla fine dell’annata agraria, l’adottante riceve 2 bottiglie da 0.50 l.

Share: