Voglia di olio nuovo? Direttamente a casa tua una selezione degli oli migliori d’Italia, scelti fra gli olivicoltori che producono con massima cura e che si trovano su POP-OLIO, la piattaforma – tutta da scoprire! –  dedicata a eventi e iniziative della nostra Associazione Culturale Olissea.
Sostieni la filiera virtuosa dell’olio acquistando direttamente dalle aziende! Una iniziativa no-profit a tutto vantaggio del consumatore e delle produzioni italiane artigianali di qualità. Che aspetti? E compratelo!

Una annata, questa della campagna olearia 2020, ricca di fragranze e profumi. Fra tutte le disavventure di questo anno bisestile c’è da aggiungere anche la scarsa resa delle olive; si attesta in media fra il 9 e 10%  in tutta Italia, anche se in un certo senso non tutto il male viene per nuocere, almeno in questo caso, dato che una minor produzione va a tutto vantaggio della qualità. Gli oli di quest’anno sono molto profumati e regalano effluvi intensi di erbe e piante aromatiche. Rosmarino in Liguria, salvia nel Lazio, agrumi in Puglia… ognuno di noi potrà mettere alla prova il proprio olfatto ricercando nella migliore produzione degli olivicoltori italiani aromi e sentori predominanti di quest’anno per poi divertirsi ad abbinarli ai piatti della nostra tradizione. Non ci stanchiamo di ripetere che l’olio di qualità è ricco di biofenoli, sostanze antiossidanti, che incidono sulla conservazione – e quindi sul gusto – dell’olio extravergine di oliva, contribuendo alla stabilità dell’olio ritardandone l’ossidazione e l’irrancidimento. Ma soprattutto vengono riconosciute ai polifenoli numerose funzioni: antiossidanti, antinfiammatorie, antiallergiche, antibatteriche e antivirali! Non dobbiamo aver perciò paura di abusarne, visto che uno dei segnali inequivocabili del covid-19 è proprio la perdita del gusto e dell’olfatto. Sembra una congiura, visto che già l’industria agroalimentare minaccia da sempre l’integrità del gusto oltre che dell’olfatto.  Non è certo una novità che gli oli assemblati dall’industria e largamente presenti sul mercato siano per la maggior parte difettati. E la cosa più triste è che molti associano questi difetti, (odori e gusti sgradevoli) a una sensazione intima e famigliare, a un’ “abitudine” difficile da resettare.  Riprogrammiamo quindi olfatto e gusto ricercando quei profumi e sapori che un olio extravergine di qualità può regalare evocando perfino memorie depositate nell’inconscio, ricordi, sensazioni perdute. Un tratto di costa mediterranea, una macchia ammantata di arbusti, un coltivo di agrumi e olivi… Ricordiamoci questi profumi e pretendiamo di ritrovarli nel “nostro” olio, soprattutto ora che siamo confinati a casa,  lontani dalle mete estive, tenendo vivi sensi paesaggi e ambienti ideali.

 

 

Share: