La domanda principale  è: come uscire da questa situazione? Preparandosi per ricominciare, formando il consumatore, la ristorazione e non ultimi i produttori. Su Extravoglioristorazione saranno ammessi soltanto ristoratori, chef e addetti di sal.

Piero Palanti da Teatro Naturale

“Extravoglio ristorazione è un gruppo ristretto, dedicato alla formazione della ristorazione sull’olio extravergine di oliva.
In questo momento difficile mettere a disposizione l’esperienza raccolta in questi anni grazie alle consulenze svolte, è il mio modo di collaborare, di aiutare a crescere, in vista del rilancio del mercato. Nel gruppo sono ammessi solo ristoratori e Chef. Nessuna vendita o pubblicità di aziende. Solo formazione mirata.”
Questo è la presentazione del gruppo privato su Facebook, dove farò un corso on line gratuito per i ristoratori! Faccio la mia parte, un contributo alla filiera a cui appartengo. Il tutto è nato dalla difficoltà del momento e dalle conversazioni telefoniche con alcuni produttori (il confronto è la base della crescita). La domanda principale comunque è: come uscire da questa situazione? Preparandosi per ricominciare, formando il consumatore, la ristorazione e non ultimi i produttori.
Dobbiamo condividere per crescere, confrontarci, cogliere questo momento di fermo e fortificarci. Niente perdite di tempo, niente sfruttamento o sciacallaggio della situazione ma solo atti concreti.
Come Piero regali le tue consulenze? Si! Perché NO? Amo entrare nei ristoranti, confrontarmi, formare e quantificare i risultati, amo fare abbinamenti e scegliere con i ristoratori gli oli, ma ora non possiamo farlo, quindi siamo tutti nella stessa barca, in mezzo a una tempesta e, soltanto aiutandoci, ne usciremo indenni. Già molto prima della quarantena ero stanco delle fotografie pubblicate sui social soltanto per avere i “Mi Piace”, ero stanco di vedere Chef con in mano oli dubbi o difettati perché portati da “amici” di turno (che sono sempre commerciali) o post improbabili di “clienti” interessati a piazzare una partita del proprio olio esaltando i vari ristoranti con esagerate lusinghe (se sono così buoni da meritare un trattamento di riguardo perché dovrebbero cambiare qualcosa?).

PIERO PALANTI

È il momento di rimetterci in gioco e lasciare un segno positivo, il momento giusto per un confronto, uno scambio di idee per pianificare il futuro. Liberissimi, alcuni soggetti, di continuare a “razzolare” e ingannare la filiera, vorrei soltanto che si rendessero conto anche loro che, se non cambiamo qualcosa, soccomberemo tutti.
Dove ci vediamo?
Giovedì 2 aprile on line nel gruppo facebook #extravoglioristorazione. Sarà tutto on line, inizialmente con delle lezioni specifiche e in un secondo tempo con un confronto diretto con i ristoratori. La modalità sarà semplice: un gruppo Facebook ex novo, Extravoglioristorazione dove saranno ammessi soltanto ristoratori, chef e addetti di sala.
Nessuna marchetta o pubblicità, gli oli usati per le lezioni sono quelli della Guida Extravoglio di quest’anno, fotografie e racconti sono provenienti da reali consulenze, il mini corso è creato proprio per dare una ottima base sull’utilizzo dell’olio nella ristorazione e far capire già dalla prima lezione che: “L’olio extravergine questo sconosciuto, non un costo ma un guadagno”.
Sono sicuro che la difficoltà di far coincidere le esigenze e la disponibilità di tanti possa in questo momento trovare un punto di incontro.

 

 

Share: